Crea sito
 
Rosabella and the Citizen cane.

Il primo potere.

Archive for settembre, 2007

POTEVA ANDARE ANCHE PEGGIO: AVREI POTUTO CHIAMARMI CRISTIANO.

venerdì, settembre 28th, 2007

E’ sempre difficile pescare un profilo intelligente fra un nugolo di facce sconosciute, rosee e paffute, ingrassate dai piaceri della vita. Agli sguardi bisogna sempre consentire di aprire bocca, prima di giudicarli. E frequente può capitare di dover arrivare in fondo ad una vita per non esserne ancora certi e trovarsi a mantenere l’ennesimo approccio […]

C’ERANO UNA VOLTA UN GRILLO CON LA RAUCEDINE E UN PRATO DI CICALE TONANTI.

martedì, settembre 25th, 2007

Quando lotti per una certa uguaglianza e ti imponi come – o ti trovi ad essere –  un trascinatore, mitizzato e con dei seguaci, il tuo obiettivo è già fallito. Combattere contro il potere, denunciarne i soprusi, sviscerarne le pustole virulente e poi essere al capo di qualcosa o qualcuno. Non regge. Si finisce per […]

CHE COSA LA MUOVE, CREDE NELL’UOMO?

martedì, settembre 18th, 2007

E’ più uno sperare che un credere. Non si dovrebbe mai credere in ciò che non si conosce. Da “ Due ore di lucidità” – Noam Chomsky

NON E’ CHE MI DIVERTA A FARE LO SCONTROSO, SONO PROPRIO COSI’. ( ALL’USCITA PER I BUONI, C’ERA LA FILA)

mercoledì, settembre 12th, 2007

Della vita mi piacevano le tette, la pasta ai fagioli e i succhi d’uva. Per il resto avevo smesso di aspettarmi qualcosa e mi costringevo a transitarla. Perché di questo si tratta. Costringersi e transitare. Anche essere costretti. Molto essere costretti. Disponevo di una pessima vista, ma lo stato delle cose mi si parava dinnanzi, […]

ISTANTANEA DEL MOMENTO.

venerdì, settembre 7th, 2007

Nel suo incedere temporalesco talvolta la vita ci offre degli sprazzi di attraversamenti protetti. Non portano all’uscita, ne alla soluzione. Ma sono tra le cure possibili. (La non stabilità dentro l’instabilità del programma, la felicità)

ALCUNI QUESITI ED OSSERVAZIONI CHE POSSONO NATURALMENTE INSORGERE IN UN UOMO CHE STA VALUTANDO L’ACQUISTO DI UNA STATION WAGON

mercoledì, settembre 5th, 2007

La pazzia è tale, giudicata e rapportata, dal e al punto d’osservazione della normalità. La normalità è a sua volta una follia, vista col metro di giudizio del pazzo. L’unico problema dei mattarelli, è che sono in palese minoranza. Ci è andata bene, ma anche malissimo. Ma i sentimenti, sono corrotti dalla morale? O corrotti […]

Powered by WordPress. Theme by Sash Lewis.