Crea sito
 
Rosabella and the Citizen cane.

Il primo potere.

ABOUT FORCED LOVE.

Maggio 31st, 2006

Tra i primi effetti collaterali a comparire e tra le più note e indesiderabili controindicazioni che possono insorgere, il senso del dovere, quella costrizione al fare, quella profusione innaturale ad eccedere, la tecnica della presenza costante, che si accompagnano al sentimento dal momento del suo instaurarsi, sono spesso la sua più fatale, irreparabile, condanna a morte. Il meccanismo perverso della sua autodistruzione. La naturalezza e l’istinto sono l’unico elisir di lunga vita. Tutto ciò che è forzato, è solo il mascheramento di una fine più o meno vicina. Di un meccanismo imperfetto. Il sentimento può vivere di vita propria, in vaso comunicante con la sua metà opposta. Per quanto non si possa essere d’accordo, la nostra ingombrante presenza, gli è spesso nociva. Lasciategli il suo tempo, i suoi ritmi. Saranno la durata della vostra felicità. Forse.

24 Responses to “ABOUT FORCED LOVE.”

  1. anonimo ha detto:

    nooo! si cureno!

    pista

  2. littlebook ha detto:

    …come sono d’accordo!!!

  3. anonimo ha detto:

    minchia geniale! a.b.

  4. boxroom ha detto:

    Metteveno un bombardone in brodo in sostituzione alla gomma forata e ripartiveno..

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Powered by WordPress. Theme by Sash Lewis.