Crea sito
 
Rosabella and the Citizen cane.

Il primo potere.

Archive for the ‘Forse i Maya mi fermeranno.’ Category

Pesce Secondo Luca.

giovedì, maggio 10th, 2012

* * Passo la mia attuale vita impiegatizia al telefono, nel demotivante compito, affidatomi per tacita procura, di tenere buoni i creditori aziendali. Nell’occasione, ascolto la mia voce appositamente pacata ma ancora ricca di cadenza, nell’eco delle cabine a gettoni, degli uffici col mobilio all’asta, dei Suv con le rate scadute. Mi trovo meno fastidioso […]

Oj, faaan-ciul-laaa! Ooooj!

domenica, maggio 6th, 2012

* * La popolazione trovò lavoro, guadagni e sicurezza, e questo bastò perché la vita, la vita esteriore, anche là procedesse “lungo il cammino del perfezionamento e del progresso”. Tutto il resto rimase compresso in quell’oscuro fondo della coscienza dove vivono e fermentano i sentimenti fondamentali e le indistruttibili persuasioni delle singole razze, fedi e […]

Lithium.

martedì, aprile 17th, 2012

* * Il problema degli sbalzi d’umore è che i picchi durano veramente troppo poco. C’è sempre qualcuno o un qualche accadimento o una qualche precedente mal interpretazione che ti riporta con i piedi per terra: Andrea Ti Amo era dedicato ad una ragazza di origini tedesche, ci dispiace. E’ più o meno la stessa […]

Sceneggiature.

venerdì, marzo 23rd, 2012

* * Quando uscivo con Audrey Hepburn mi annoiavo mica poco. Troppa bellezza canonica, robe tipo la ceramica e il vetro soffiato, nessun spigolo vivo, nessuna imperfezione, solo il continuo senso di imminente fragilità. Per uno di montagna abituato a pietra lavica e legno era decisamente troppo. Ti aspetti sempre di ritrovarti fra indice e […]

Umberto Tozzi aveva ragione.

venerdì, marzo 2nd, 2012

A livello personale c’è una cosa assai peggiore del vedere, ad esempio, il prematuro autunno dei tuoi capelli o l’improvvisa gravidanza della tua pancia dopo una sola birra. E’ la perdita della capacità di attirare e mantenere l’attenzione delle persone. Tecnicamente e socialmente, potrebbe essere un problema del tutto irrilevante dal punto di vista individuale, […]

Un po’ me, un po’ Padre Pio, un po’ Bartali.

venerdì, febbraio 3rd, 2012

Sanguino da cinque giorni: dal naso. Il riscaldamento globale del mio appartamento mi sta ammazzando, l’umidificatore di notte russa e borbotta e di conseguenza finisco sempre per spegnerlo appena parcheggio Dostoevskij sul comodino. La posizione orizzontale notturna che rimette a nuovo i più, non mi è per nulla salutare. Forse basterebbe semplicemente smetterla con vezzo […]

Ciobar, orgoglio e budino.

mercoledì, gennaio 18th, 2012

Qui pare proprio che notizie ed eventi recenti stiano cercando di prendermi per demoralizzazione. Vi dirò una cosa: ci riescono senza particolare sforzo. Zucchino mi ha piantato solo nel pub con Sbuffo per un buon venti minuti per andare a farsi fare un pompino dalla sua amichetta, Florina, la ragazza dalle dubbie origini. In macchina […]

My friend, Adriano Pappalardo.

giovedì, gennaio 12th, 2012

Dato che non sono per nulla orgoglioso, avevo smesso di scrivere dopo la sonora stroncatura dell’ultima mia fatica letteraria. Il ciclo della vita ha di buono la capacità di trovare sempre la maniera più o meno velata di farti capire che la direzione non è esattamente quella corretta. Se costruisci troppo vicino ad un fiume, […]

Powered by WordPress. Theme by Sash Lewis.