Crea sito
 
Rosabella and the Citizen cane.

Il primo potere.

UNA BOTTIGLIA DI CAPRI BIANCO

Gennaio 24th, 2006

:-Ti verso dell’altro vino caro?

:-Faccio da me, grazie, sei una ragazza così premurosa a preoccuparti della mia salute.

:-Non fare dell’ironia, per favore. Mi fai sentire terribilmente in colpa. Tu credi non me ne sia importato nulla.

:-Non ti devi preoccupare. Per la salute ho già fatto molto da me. Puoi versare tutto il vino che ti pare.

:-Infatti io mi preoccupavo per la premura. So che sei uno splendido bevitore. Ma sei anche terribilmente burbero.

:-Sono burbero, sgarbato e scortese. Ma solo quando mi mancano le donne.

:-Te ne servono più d’una?

:-A volte ne basterebbe anche mezza, se svolgesse a pieno il suo dovere.

:-Una mezza donna è un immagine orribile caro.

:-Dici? In effetti, non saprei di quale mezza parte fare a meno. Ma ce ne sono alcune di cui faresti del tutto a meno, fuorché nella notte sotto le lenzuola, quando non si ha da parlare ma solo essere caldi e contenti. E in quello non c’è donna migliore o peggiore. Sono tutte migliori e solo più o meno brave.

:-Oh, sei terribilmente ruffiano e lascivo tesoro.

:-Penso che mi passerà presto. Con dell’altro vino e dell’altra tua presenza. Se rimarrai qui. In fondo è solo instabilità. Un uomo solo a volte risulta peggiore di quel che sia. Ma solo perché ha la mente per nulla impegnata.

:-E non sei stato occupato a pensarmi in tutto questo tempo?

:-Si ma ne ho ricavato delle gran emicranie e un numero imprecisato di sbronze.

:-Bevevi per dimenticarmi caro?

:-No, bevevo per aspettarti. Solo che ci hai messo un eternità.

:-Sono spiacente e terribilmente sciocca. Solo non avevo capito e non eri stato del tutto chiaro.

:-L’incomprensione e le spese per il ristorante sono sempre da mettere in conto quando si tratta di un uomo e una donna. Solo che con il cameriere è molto facile intendersi. Mentre con una donna si rischia di rimanere a stomaco vuoto e con la gola asciutta.

:-E’ sempre brutto dover patire la fame ed avere una gran sete. Noi donne siamo sempre così complicate da consultare. Come quando ci si trova a Parigi senza sapere una parola di francese davanti a un menù di troppe pagine. Ti ci vuole sempre un buon cameriere italiano.

:-O il coraggio dell’azzardo.

:-Tu sembri un tipo così coraggioso caro.

:-Per nulla invece. E nemmeno lo vorrei. Un uomo onesto deve avere solo tre decimi di coraggio.

:-E gli altri sette?

:-Gli altri sette decimi sono il posto lasciato per una bottiglia di vino. Che può sempre dare una mano a patto di trovare il giusto equilibrio nella quantità.

:-E tu lo hai mai trovato?

No, finisco sempre per berne troppo e diventare terribilmente sciocco e insopportabile. Oppure per non berne affatto e rimanere taciturno e rinunciatario.

:-Oh questo è veramente uno spiacevole intoppo. Sei una compagnia così splendida e loquace. Dovresti bere più spesso caro ed essere sempre con questo profilo intelligente e rilassato e potresti avere il coraggio per avere tutte le ragazze che desideri.

:-Le ragazze intelligenti diffiderebbero di uno troppo coraggioso. Quelli hanno il coraggio per il semplice motivo che non gli importa nulla e del nulla le donne si stuferebbero presto. Uno a cui tremano le mani invece e che ha bisogno del Capri per tenerle ben salde o per lo meno infilate nelle tasche, sa che è tutto quel che ha e che ha tutto da perdere. Ma questo a volte le ragazze non lo capiscono e si perdono le migliori occasioni. E arriva uno ubriaco senza aver bevuto nemmeno un goccio, ubriaco di suo, che le stufa di chiacchiere e loro pensano, Dio che abile parlatore, e finisce che le ragazze migliori stanno con gli uomini peggiori. E così forse non sono più le ragazze migliori, ma sono i loro ragazzi a sentirsi i migliori. E questa è una cosa ancora peggiore.

:-Dio, caro, sei uno splendido parlatore ubriaco.

:-Lo prendo come un complimento.

:-Certo e prendi anche dell’altro vino e per favore saliamo in camera e lascia che mi faccia perdonare per essere stata così disattenta ed averti fatto aspettare così tanto, scorbutico e scortese senza una ragazza.

:-Non potremmo rimanere ancora un po’? Sotto le lenzuola mi sento nudo e difettato mentre ora qui stiamo così bene. Forse la notte non fa per me. Sarebbe meglio fosse sempre un ora tarda. La notte è fatta per quelli che vogliono dormire e per gli amanti. E io non mi ci vedo ne dall’una ne dall’altra. Probabile sia troppo poco stanco per dormire ma troppo logorato da una vita d’attesa per riuscire ad amare come si deve. Ma se vuoi potremmo prendere dell’altro vino e io potrei venire a letto vestito e allora sarebbe perfetto e forse meglio che rimanere qui.

:-Certo caro. Sarebbe un bel modo di sentirsi amata per una sera. E sempre bello sentirsi amata in modi differenti. E tu hai sempre dei modi così onesti.

12 Responses to “UNA BOTTIGLIA DI CAPRI BIANCO”

  1. silocchidigatto ha detto:

    ciao.. è la prima volta che passo, ma essendo un tu link di heathen ero certa a priori di trovare qualcosa di buono tra le righe.. complimenti. judith

  2. anonimo ha detto:

    uffa,ma a milano mica deve nevicare che noi abbiamo da lavorare!

    pista

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Powered by WordPress. Theme by Sash Lewis.